OSTIA PALUSA 5
DIY FEST

30 GIUGNO - 1 e 2 LUGLIO 2017

Festival autogestito delle autoproduzioni

Ripetere e rinnovarsi. Riaccettare la sfida.
Provare a superarsi, migliorare, piu' semplicemente crescere,
o se preferite evolvere.

PROGRAMMA

PROGRAMMA CONCERTI


VEN
30/6

[O] 21:30 - 22:15
TiedBelly
[I] 22:30 - 23:15
Hysm
[O] 23:30 - 00:15
Cascao
[I] 00:30 - 01:15
Bushi
[I] 01:30 - 02:15
OvO
[I] 02:30 - 03:15
Round Eye 瞪大眼


SAB
1/7

[I] 16:30 - 17:15
Sküll Jack
[I] 17:30 - 18:15
The Sreaming Skulls
[I] 18:30 - 19:15
Narwhal
[O] 21:00 - 21:45
Tunonna
[I] 22:00 - 22:45
Plastination
[O] 23:00 - 23:45
Lili Refrain
[I] 00:00 - 00:45
Lento
[i] 01:00 - 01:45
Cani dei Portici
DOM
2/7

[O] 17:00 - 18:30
OSTIA! Romanzo di una periferia
Presentazione a cura di Territorio Narrante
[O] 19:00 - 19:45
Bako & Il Canto della natura
Tutti i santi giorni: Entrata libera - Free camping area(chi ha orecchie in-tenda!) - Concerti - Distro - Workshop - Mostri aniba - Istallazioni - Cucina-te d.i.y - Le Bar forì avec la musique - Indie games developers zone - Serigrafia Pirata live acts - SPaZioKantina birra e vino autoprodotti - Radio Default live action - IL GIALLONE ludodiscoteca itinerante - karaodance - Cose generate randomicamente

PERFORMATORI


Bako & Il Canto della natura

 

Bako suona musica iraniana e curda utilizzando il Saz. Di origine curda, il saz discende dal più antico kopuz, discendente degli antichi pandouras, strumento delle tribù curde dell'Asia centrale e diffuso in Asia Minore ed Egitto sin dal primo millennio a.C.

Bushi

PORTO SAN GIORGIO

BUSHI is a band with active musicians of the italian independent musical scene (Bologna Violenta, Ronin, more), inspired by the Japanese Samurai Epic.

Cani dei Portici

BOLOGNA

Esordiscono nel 2013 con Cave Canem, uscito per Toten Schwan Records / L’Odio Dischi / È un brutto posto dove vivere, che viene ristampato l’anno successivo.

Abbaiano per tutta Italia con Zu, Bologna Violenta,Bachi Da Pietra, Giorgio Canali, Marnero, Ornaments, Lili Refrain, Storm{O}. Latrano al MEI, al Krakatoa e in svariati festival della penisola.
Nel 2016 esce Due, per Dischi Bervisti / Toten Schwan Records / Vollmer Industries / Santa Valvola Records / È Un Brutto Posto Dove Vivere / Oh! Dear Records / Effetti Collaterali Records/Longrail Records/ L'Odio Dischi/ Koe Records.

Cani Dei Portici, decibel & hardcore canini, sono: Demetrio Sposato (batteria) e Claudio Adamo (chitarra e voce).

cave canem.

Cascao

ROMA

Cascao (primo progetto solista di Manuel Cascone) utilizza come unico arrangiamento la voce e gli arpeggi di una piccola tastiera per principianti (una casiotoneMT52).
Il risultato sono canzoni ricche di melodia ma allo stesso tempo minimali e stranianti

Hysm Duo

TARANTO

HysM?Duo sono Stefano Spataro e Jacopo Fiore: chitarra, batteria, basso, rumori, synth, water, effetti, loop.

Lento

ROMA

Lento is an instrumental musical venture commenced in Rome, Italy, in fall 2004 whose main purpose is to give shape to an introspective approach with relentless efforts.It took 3 years to develop as an artistic issue and to give birth to Earthen, released in 2007 on behalf of Supernaturalcat, with Relapse supplying US distribution.This led events to a few years of great empathy in learning to be a musician, and to find a way to take responsibility of a 2nd album whose conveyed in "Icon", released in 2011 on Denovali records.Then the way back to the need of an outward appearance. Europe took care of this."Live recording 8.10.11" is meant to be a snapshot of what have been during that year. "Anxiety, Despair, Languish" is the brand new album released by Denovali in 2012.

Lili Refrain

ROMA

- Psichedelia incontrò Metal a teatro e insieme decisero di fondare un'orchestra lirico sinfonica formata da un solo elemento -

Narwhal

ROMA

I Narwhal sono un gruppo misterioso con una enorme chitarra. Si dice siano dediti alle musiche del dimonio.

OvO

RAVENNA

OvO has always been one of the most active bands in the worldwide noisy rock scene. They have been known pretty much everywhere through their 900 and more gigs, their large amount of releases, including albums, singles, collaborations, tracks on compilations, dvds, and for their original, unique music. They’re a duo, formed by a little possessed singer and guitar player (Stefania Pedretti) and an enormous drummer who plays a mini-set like it was a full metal drum set. Their live performances are legendary, and they’ve played them all over the world, with extensive tours in Europe, North America, Mexico, Asia, including a lot of the main festivals. What they do is not easy to file. It’s not noise, not metal, not doom, not punk, not rock and roll, even if there’s a little bit of all these. Certainly it’s not free nor avant nor improv. For once, we can really say that it’s a band you can’t file. After some full lengths on their label Bar La Muerte, they release albums on American labels such as legendary Load records and Blossoming Noise, then two albums on Supernatural Cat. Their new album “CREATURA” will be released by Dio Drone on December 09th. They collaborated or played with the most important names of contemporary experimental rock music, and they worked for cinema projects (Frankenstein, Nosferatu) and theatre (“Aeneis V” by Lenz). “CREATURA” continues and developes their research on mixing heavy music with electronic sounds in a natural and personal way, keeping them as a mysterious object in the worldwide scene for 18 years. They made records or tours or shows with, among the others, Nadja, KK Null, Thurston Moore, Jim O’Rourke,Godflesh, Ufomammut, Jesu,Rollerball, Thrones, SubArachnoidSpace, Zenigeva, Lightning Bolt, Sleepytime Gorilla Museum, Estradasphere, Steve Mc Kay, Trencher, Ludicra, Bill Horist, USA Is a Monster, White Mice, Cock ESP, Bastard Noise, Zu, Larsen, Kill Me Tomorrow, Murder Junkies, Jarboe, A Hawk and a Hacksaw,Gnaw, Acid Mather Temple, The Body, Psychic TV …

Plastination

TORINO

Correva l’anno 1996 quando davanti al bancone del bar di El Paso Occupato nacque l’idea di formare la band con Sdro – voce (ex Kollettivo 1980-1985 ed ex Prosit 1989-1992), Max Bellarosa – chitarra e Cisco – basso (ambedue ex C.O.V.) e Maurizio il Gatto – batteria (ex IfixTcenTcen) ai quali si unìcome altra chitarra Simone (ex Blue Vomit, Nerorgasmo, IfixTcenTcen) il quale però desistette dal progetto dopo poco tempo. All’inizio si fece qualche concerto con il nome SMCM e con la formazione ormai a quattro avviata si prese il nome di Plastination, dal metodo di conservazione dei corpi umani e non inventato dal prof. Gunther von Hagens… Con questa formazione esce nel 1999 il L.P. “Tutto, Nulla” per Ultima Spiaggia Rec in collaborazione con El Paso Produzioni Autogestite. Purtroppo dopo svariati concerti Maurizio non potè più proseguire l’avventura… Gli subentrò Walter Piatesi noto batterista torinese e finalmente di nuovo un’altra chitarra con Christian (ex Rotten Brain ed ex Macello Comunale)… Con questa formazione escono due tracce sulla compilation “Torino è la mia città” del 2000 per El Paso in collaborazione con le bands presenti… Dopo qualche tempo Max e Walter lasciano la band e si dedicheranno a Fratelli Sberlicchio… Alla batteria entra il mitico Paolo Stokka (ex MucoPus) che rimarrà a lungo… Con questa formazione di nuovo a quattro esce nel settembre del 2004 il cd “Opera 21” per Ultima Spiaggia Rec in collaborazione con El Paso e si fanno nel 2003 e nel 2004 2 tours europei che toccano Slovenia, Svizzera, Germania, Rep. Ceca, Polonia, Belgio e Spagna… Il 28 Gennaio 2006 a Roma (Torre Maura occupato) Cisco effettua la sua ultima apparizione con la band e al suo posto subentra Mirko (ex Rotten Brain)… Con l’uscita dalla band di Paolo Stokka entra Sergio (ex…) e con lui si fanno svariati concerti tra i quali si può ricordare quello al Traffic Torino Free Festival con Sex Pistols, Wire e Punkreas del Luglio 2008… Ma la storia vuole che un altro cambio avvenga tra le file del gruppo con l’uscita di Sergio e l’ingresso di Gino Rotten (ex Rotten Brain). Questa rimane la formazione attuale con la quale esce il nuovo cd “V.i.t.r.i.o.l.” (maggio 2011) per Ultima Spiaggia Rec in collaborazione con El Paso… Tra le innumerevoli Bands con le quali Plastination ha avuto l’onore di condividere il palco si ricordano: Subhumans, Impact, Havoc, Inquietudine, Panico, Kina, Gli Aeroplani Cadono, Sex Pistols, Wire, Punkreas, Cutfaces, Bellicosi, Rotten Brain, Macello Comunale, Republic Square, Arturo, All’dWays, Rauchers, Right in Sight,…. Si ricordano inoltre al classico appuntamento annuale degli “Amici di Piero” Africa Unite, Linea 77...

Round Eye 瞪大眼

SHANGHAI

Round Eye, the experimental freak punk outfit have accrued quite a loud and controversial name for themselves since forming in 2012. The Shanghai based group have shown no mercy nor fatigue in sound development or work ethic and have as of late been a crucial force in bridging a wide gap between the eastern and western hemispheres of punk rock. Along with blazing a gnarly trail all over the globe (China, USA, Mexico, S. Korea, Japan, and much of Europe) they’ve toured the mainland of China a number of times and have played host to visiting western groups and some legends as well.

Sküll Jack

ROMA

Gli Sküll Jack nascono a Roma, precisamente al FullMoonClub a Trastevere, nel tardo 2014 da un progetto di Lorenzone. Dopo l' ingresso di Matteo e Manuela e pochi mesi di prove, i tre si preparano a pubblicare il loro primo Demo/EP, registrato presso The Lab di Roma, e a partecipare al Garage Contest indetto dal Red Jack Pub di Fiumicino, che li vedrà nella loro primissima esibizione live.

The Screaming Skulls

ROMA

Rockabilly, Rock 'N' Roll, Blues, Rock from Genzano.

Tied Belly

ROMA

TIEDBELLY è nato in un ospedale quando era già nato. Ricoverato per un vero e proprio annodamento di budella e operato chirurgicamente, durante l’anestesia riceveva una visita dallo spiritello di Papa Legba -la divinità dei crocicchi cara alla cultura Yoruba - che lo investiva, in ragione del "crocicchio" che in quel momento dava forma alle sue interiora , dell’onere di predicare al mondo il dubbio su dio e il male dell’uomo e di suonare la musica del diavolo. TIEDBELLY ha iniziato così una lunga pratica di apprendistato - ancora lungi dal concludersi - riguardo gli argomenti salienti della sua predicazione; argomenti facilmente ricavabili dall’osservazione del mondo: basta essere vivi infatti, per constatare l’assenza di un dio, riconoscere il male compiuto dall’uomo e, almeno quello, ascoltare la musica del diavolo. Il problema è proprio questa abbondanza di materiale, che rende impossibile al nostro ritenersi finalmente e definitivamente formato. Per questo la "musica del diavolo" di TIEDBELLY (che fu già apprendista, prima di assumere il suo nome di battaglia, sotto le scure insegne di OSWALD BLACK BANDA) è il racconto di un cammino interminabile e dei brutti incontri che si fanno compiendolo. Blues, hillbilly, folk con uno sputo deviante di punk, sono le frecce spuntate con cui TIEDBELLY mira al cuore di chi ascolta. Una pessima mira, una discutibile autostima e un bisogno mai appagato di psicoanalisi fanno il resto. Perciò ogni esibizione viene diversa dalla precedente e ogni canzone indossa sul momento, la maschera trovata nella spazzatura in quel preciso giorno, lasciandolo con la domanda:"Chissà come suonerà il tutto la prossima volta…."

Tunonna

ROMA

Tunonna è una delle molteplici espressioni artistiche della poliedrica Silvia Sicks, illustratrice, fumettista, musicista prestata all’enogastronomia romana, feticista delle pratiche INPS e delle file alle ASL. Progetto a scopo di lucro finalizzato alla ricollocazione definitiva di TUNONNA dal settore enogastronomico a quello artistico.
Dicono di TUNONNA:
“ Aveva nostalgia degli anni 90 già nel 97” Max Pezzali
“Sei mejo te” Fabio Pinci
“Le dimensioni non contano” Rocco Siffredi
“ E’ un po’ che non la vedo, tutto bene?” sportellista INPS

INFORMAZIONI


Durante i tre giorni di festival sarà possibile campeggiare liberamente allo zk squatt, in uno spazio dedicato alle tende.
(CHI HA ORECCHIE IN-TENDA).

Per coloro i quali intendono dormire in tenda noi intendiamo farvi intendere la nostra intenzione che consiste nel raccomandarvi di ben intendere e venire ben attendati. Avrete a disposizione dei rubinetti con acqua potabile, uno spazio decespugliato per poter montare la tenda ed un bagno in comune. Se avete un gazebo o un telo ombra portatelo che vi tornerà utile per proteggere la vostra tenda dal sole ed evitare la disidratazione fatale. Attrezzatevi bene! Sopravvivete a lungo!

Rock is survival!

SPaZioKantina

SPaZioKantina è un progetto di birrificazione/vinificazione/distilleria in cui, a differenza di qualsiasi altra esperienza (commerciale o non), non si produce per vendere, ma si pone l'accento piuttosto sull'importanza fondamentale dell' autoproduzione. L'obiettivo di SPZK è quello di fornire al maggior numero di spazi e realtà gli strumenti per affrancarsi dal mercato, con le sue regole basate sullo sfruttamento, autoproducendosi a km 0 ed in maniera del tutto genuina la propria birra (ma non solo) da utilizzare nelle proprie iniziative o durante i vari momenti di socialità. L'idea nasce da un variegato gruppo di persone provenienti da esperienze di autogestione diverse, con l'obiettivo di diffondere la pratica dell'autoproduzione ed invitare tutt* ad realizzare creativamente la propria birra piuttosto che rivolgersi ai canali di distribuzione tradizionali, per quanto "equi" o meno commericali possibile. SPZK per scelta non paga accise, non produce autoreddito, non ricerca alcun fondo/bando, ed ogni singolo euro ricavato viene utilizzato per benefit/spese legali/spese carcerarie o devoluto al birrificio stesso per garantire e promuovere la propria crescita ed evoluzione. Per questo, dopo molti lustri di vita vissuta fra squat, occupazioni ed autogestioni, vogliamo autoprodurre anche il nostro alcol proprio tramite una cantina che sia aperta a tutt*, in cui compagni e compagne, collettivi, situazioni e/o singoli individui abbiano la possibilità di imparare come sia possibile autoprodurre autonomamente, tramite il lavoro comune e l'impegno di tutti, tutto ciò che stia loro a cuore e non solo la birra o il vino! Infatti, un ulteriore intento di SPZK è quello di ridurre al minimo il prezzo della birra tagliando tutto ciò che è profitto e sfruttamento, divulgando il perché ed il come sia possibile farlo, confrontandosi in un percorso di crescita reciproca con chiunque sia interessato ad avvicinarsi al nostro collettivo, alla sua filosofia ed alle sue bollicine.

TUTTA LA DELIZIOSA BIRRA CHE SGARGAROZZERETE AD OSTIA PALUSA E' STATA AUTOPRODOTTA DAL COLLETTIVO SPAZIOKANTINA ALLO ZKSQUATT.

Indie games developers zone

Sviluppatori indipendenti italiani presenteranno i propri progetti e vi permetteranno di provarli tra un concerto e l'altro.

Giallone

Ludo-discoteca itinerante
Un vecchio camper Bedford dell’81 giallo ginestra gira l’Italia come fosse un mini circo o una giostra interattiva. Come una chiocciola, si porta appresso non solo la casa con ciò che occorre per vivere ma anche un minimo di oggetti e arnesi per trasformarsi in ogni tappa in qualcosa di diverso: negozietto di vinili, piccolo caffè, parco dei giochi antichi, palcoscenico per piccoli concerti e dj set, spettacoli teatrali, laboratorio di danza, musica, artigianato.

Serigrafia pirata Ostia

Porta la tua majetta
Facciamo tremare il mercato perchè lo danneggiamo, sfuggiamo al suo controllo. Non produciamo merci, ma senso, consapevolezza e conoscenza.

DISTRO-TEQUE

Distro & Autoproduzioni
Distro ed Autoproduzioni unitevi, ad Ostia Palusa c’è posto per tutti. Portate la vostra Distro od il vostro banchetto (di materiale rigorosamente autoprodotto).

Radio Default

Radio Default è un collettivo dei Castelli Romani nata dall’incontro di diverse realtà e individualità, accomunate dalla passione per la musica, per la sua energia e slancio di rottura ed eversione.

Territorio Narrante

È un collettivo molto attivo nella periferia a sud di Roma, il lavoro che porta avanti ormai da tre anni rappresenta una volontà di traduzione epica della terra attraverso la narrazione pubblica e l’organizzazione di eventi capaci di risvegliare l’identità popolare.
https://www.facebook.com/territorionarrante/

OSTIA! – A cura di Territorio Narrante

Romanzo di una periferia

«Una terra non raccontata è una terra che non esiste»
Ostia! Qualcosa di più di una semplice bestemmia, una terra magica alla foce del Tevere, distesa sul mare come una meretrice datata e trafitta come un Cristo da una ferrovia che l’attraversa. Non può esistere delazione su questa terra, c’è il rischio di impantanarsi continuamente nella narrazione, di mutarsi da narratore in narrato, di muovere dalla diegesi alla mimesi, è questo che ci spinge a rimanere, l’idea di poter schioccare le dita, un giorno, se solo volessimo, o forse la consapevolezza di essere anche noi, semplicemente, parte di questa grande storia. Questo è il romanzo della nostra terra raccontato dalle voci di chi a Ostia è nato o ha deciso di vivere; perché noi non siamo mai andati via, da qui veniamo ed è da qui che dobbiamo proseguire, perché una terra non raccontata è una terra che non esiste.
RACCONTI di Ilaria Beltramme, Emanuel Bevilacqua, Ada Codecà, Marco De Annuntiis, Luca Fagiano, Michela Mioni, Luca Moretti, Nicolino Pompa, Rastablanco outta Radici nel Cemento, Tina Ragucci, Alcuni Ostia Rioters, Mario Rosati.
ILLUSTRAZIONI Daniele Romani

SPIEGONE


CINQUINA!!!

Ormai si contano sulle dita di una mano.

Una manata paludosa, sporca di impegno e passione, che saluta calorosamente le edizioni degli anni passati, e accoglie, con trepidante attesa l'Ostiapalusa di quest'anno, che schiaffeggia il deserto sociale e culturale in cui viviamo, e stringe, in segno di rispetto le altre mani, con cui ha costruito questo sodalizio di musica e autoproduzione. Cinquina, che precede la tombola dei lontani inverni, e scalda l'estate del presente, dando il cinque a tutti coloro i quali credono ancora che questo pianeta meriti ancora un po' di sforzo per renderlo un luogo migliore, foss'anche solo nel giardino piu' fresco che Squat abbia mai visto...

E per ogni dito, un senso:

Il pollice, in su, per quello che e' stato fatto, per tutti quei momenti che ci hanno fatto pensare di essere sulla strada giusta. Un percorso denso di emozioni, sorrisi, musica di qualita' e fermento e fomento! Pollice in su per chi non c'e' piu' ma c'e' stato, ed e' stato parte di questa scampagnata sonora sotto il cielo dell'autogestione. Pollice in su perche' lo spirito continua, dai gruppi, ai musichieri e musichiere, ai fonici, agli spacciatori di birra autoprodotta, a chi solo ascolta e a chi solo danza, a chi muove la testa approvando, e chi cucina, rassetta, fa cose e sposta cose, mette luci, monta video, costruisce mostri, e disegna e chiacchera, e ride e sorride... ognuno di noi voi essi, merita il pollice in su, anche solo per il fatto di esserci!

L'indice, che punta dritto al cielo, che mostra un obiettivo, ogni anno piu' vicino. Dimostrare possibile creare situ-azioni al di fuori delle logiche disumane di questa società cosi' piena di vuoto... L'indice che girato e curvo invita a partecipare, richiama, a non essere solo spettatore, ma condividere un'idea, un concetto, un'idea... l'indice che mira dritto al cuore, e che puo' persino sparare... pallottole di senso... bang bang!

Il medio... sparato in faccia ai politicanti, speculatori, intrallazzatori, avidi, aguzzini, fasciorazzisti, razzifasciti, grassi potenti, piccoli e grandi figure di un sistema malaticcio e insano. Il medio, puntato contro chi non fa altro che giudicare, perbenisticamente il suo stesso marciume senza rendersi conto della propria misera miseria. Dito medio, come la mediocrita' del lavoro, della scuola, della (non)cultura, delle sue braccia tentacolari che vogliono addormentare ed invischiare istinti liberi e giocosi. Ironici e taglienti.

Anulare, perchè abbiamo sposato l'autogestione come modello, e nel nostro matrimonio proviamo a sperimentare percorsi di liberazione, salendo sull'altare affianco ad uno smisurato desiderio di libertà. Anulare, perchè uniti si vince, e Ostiapalusa nel suo piccolo ne e' la dimostrazione, coinvolgendo diverse realtà sparse nei territori circostanti (e non solo). Perchè il confronto, e costruire, spalla a spalla, senza nessun salario ad obbligarci ad alcunche', lascia spazio solo alla passione.

Il mignolo. Perchè siamo piccoli, una piccola parte che insieme a tante altre ne fa una grande... e come il mignolo ci infiliamo facilmente. Pronti a lavorare di fino, per sturare le orecchie di chi e' pronto ad ascoltare, una musica diversa, fuori dagli schemi, che non offre sacrifici al dio denaro, e che attraverso l'aria, porta un messaggio denso di significati.


Anche quest'anno le aspettative si moltiplicano, l'impegno si quadruplica, le energie si spendono senza se e senza ma, e Ostiapalusa sta prendendo forma, mostro paludoso a base di musica e autoproduzione, pronto a colorare quell'angolo di mondo occupato e autogestito da ormai 15 anni che e' ZKSquatt... e quel litorale romano che lo circonda, ferito da mafia e interessi economici, ma ricco di fermento e idee...

Non è semplice. E' tutto esclusivamente basato sull'impegno volontario e appassionato di tante realtà ed individui. Si sostiene sul desiderio e sulla convinzione che e' ancora possibile sfidare questo pianeta televisto tutto chiacchere e distintivo (e commercio)... Cercando la qualità nella liberta', la cura dei dettagli nella creatività piu' sfrenata, un messaggio forte che viaggia sulle ali della musica... si... puo'... fare! e vogliamo ribadirlo per il 5° anno consecutivo...!

Puntando al cielo per rimanere in piedi...

per chi non lo sapesse...

OstiaPalusa e' un free festival senza biglietti da pagare ne' braccialetti da indossare, completamente d.i.y., dedicato alla musica "bella" e al di fuori dei circuiti commerciali, che si tiene ad Ostia piu' precisamente a ZKSquatt, spazio occupato con 15 anni di storia alle spalle e il mare a due passi... 2 palchi, 3 giorni di concerti, performances, incontri, birra e vino autoprodotti (la produciamo in casa), camping, chiaccherate, socialità espansa e sudaticcia, note e silenzi, balli e canti ...e molte altre amenita'...

VENERDI' 30 GIUGNO, SABATO 1 LUGLIO, DOMENICA 2 LUGLIO
vieni vedi resta ascolta fai!
(e portati la tenda!)

CONTATTI E INDICAZIONI


Contatti

Ostia Palusa#5 viene resa possibile ed organizzata da un collettivo di persone, animali, piante, (ir)realtà varie e gruppi musicali, i quali mettono a disposizione il loro tempo e le loro energie per sola passione e devozione. Se volete contattarci per proporre un vostro contributo o per avere informazioni di qualsiasi genere fatelo a vostro rischio e pericolo.

        

Come Arrivare


Sia arrivando da NORD che da SUD arrivati al Grande Raccordo Anulare (ci si arriva da qualsiasi strada o autostrada, poiche come saprete tutte le strade portano a Roma...)
Procedere in direzione Fiumicino Aereoporto.
Uscita 28 dir. Ostia / Acilia / Vitinia
Al primo bivio procdere in direzione Via di Mezzocamino (svoltando a sinistra)

Arrivati su via C.Colombo svoltare a destra e procedere per circa 10 km, avendo cura, appena possibile, di mettersi sulla laterale.
A via Canale della Lingua (c'è un benzinaio IP) svoltare a destra, dopo 1 Km c.a. gira a sx per via Epaminonda. ZK è il primo squatt (e il primo casale dalle mura rosse che incontri sulla destra... se non ci vedi... ci senti...)

ARRIVARE CON I MEZZI:
dalla staz. termini prendi linea B e scendi alla fermata PIRAMIDE PORTA S.PAOLO, prendi trenino ROMA-LIDO fino alla staz. LIDO CENTRO. Qui prendi l'autobus 064 (circa uno ogni 40 minuti) e scendi in vicolo canale della lingua prosegui su via canale della lingua per circa 300 m e gira a via epaminonda, il primo cancello sulla destra... ci sei.
...praticamente un'odissea...

Mappina

AMICI


ZkSquatt

Il Bilancione

Radio Default

Nicoz Balboa

Ostia Antifascista

Biblioteca Anarchica l'Idea

0stile Serigrafia Ribelle

Serigrafia Pirata Ostia

McMERDA

HALL OF POSTERS


OSTIA PALUSA DIY 5 (2017)

by Nicoz Balboa

OSTIA PALUSA DIY 4 (2016)

by Scarful

OSTIA PALUSA DIY 3 (2015)

by Gabriele SIAISIS

OSTIA PALUSA DIY 2 (2014)

by Emiliano 'MALLO' Sartori

OSTIA PALUSA DIY 1 (2013)

by Marco About

SOCIAL